Presente.

Sapete, l’altro giorno stavo guardando un episodio di chicago med, più precisamente il terzo episodio della settima stagione.

Ecco, In questo episodio c’era un bambino colpito ed una donna con una sciarpa attorno al collo.

Questa donna inizialmente non voleva venire in ospedale (come tutti noi tra l’altro).

Ma è stata costretta dalla sua migliore amica che era preoccupata per la sua salute.

Ad ogni modo, questa donna aveva questa sciarpa attorno al collo che poi si è scoperto copriva un ingrossamento al collo.

Leggi tutto “Presente.”

Lottare.

Vi ricordate quando vi dissi che mi ero sentito stanco mentalmente?

Quando ho ricevuto la grande notizia dell’ennesima recidiva.

Vi raccontai che quando ho ricevuto l’esito della risonanza e non l’ho aperta, convinto fosse stata normale.

E invece sappiamo tutti com’è andata a finire.

Vi ho raccontato di come mi sono sentito i giorni successivi.

Le emozioni che ho provato, di come ho reagito.

Stanco.

Ecco come mi sono sentito.

Leggi tutto “Lottare.”

Mancare nulla.

Mercoledì scorso ho finito il primo ciclo di chemio e da lì sono iniziati i miei diciotto giorni di pausa.

Troppo pochi a mio parere.

Tra l’altro io non so perché ma ero convinto  fossero ventotto e invece no.

Vabe ci ho sperato haha.

Giovedì ho fatto anche le analisi del sangue e fortunatamente sono buone, almeno quelle.

i valori non sono scesi troppo quindi tutto ok.

Io fisicamente e mentalmente sto bene.

Insomma ho diciotto giorni di pausa, almeno in palestra potrò allenarmi con carichi maggiori visto che non sto prendendo nulla.

Non ricordo se già ve l’ho detto ma quando incontrai i medici, chiesi proprio se questa chemio poteva influenzare la mia attività in palestra.

E loro mi dissero di no e lì esultai manco avessi vinto alla lotteria.

Infatti in mente mia pensavo già di dover modificare tutto, carichi, esercizi più leggeri, alimentazione.

Insomma, è pur sempre una chemio che stressa.

Infatti la cosa che mi rende contento è che nonostante le chemio, fisicamente sto bene.

Bhe è il minimo, sarei andato in tilt se non fosse stato così.

Leggi tutto “Mancare nulla.”

Conoscenza

La settimana scorsa ho fatto i primi cinque giorni di chemio che sono andati relativamente bene.

Nel senso che ci sono stati alcuni giorni in cui ho avuto un po di nausea e stanchezza.

Ma nulla di anomalo, alla fine ero già a conoscenza degli effetti collaterali.

Sono diventato un magazzino di pillole haha.

Gastroprotettore, antibiotico, chemio e quant’altro.

A proposito di chemio, stavo riflettendo sul fatto che in questi ventitrè anni della mia vita ho provato un po di cose.

Radioterapia, chemioterapia endovenosa, ionioterapia, trapianto delle cellule staminali.

Ad aprile sono anche passato per la terapia intensiva per essere tenuto sotto controllo,
vista la complessità dell’intervento.

I miei mi hanno spiegato che mi sono anche  stati affidati i migliori infermieri.

Ma nonostante ciò, ho rotto le scatole lo stesso haha.

Leggi tutto “Conoscenza”

Pace

Come ben ricorderete(o almeno credo), mercoledì scorso sono salito a Genova per parlare con la dottoressa riguardo la questione “rottura di coglioni del tumore”.

Lo so è un po lungo ma non mi venivano altri modi per definire la situazione.

Comunque credo di essere stato più rompiscatole del solito.

Perché?

Bhe perché sto seguendo una terapia post operatoria per gli occhi attraverso delle lacrime artificiali e il mio nemico più grande: “il cortisone”.

Ho il terrore quando lo sento.

Perché, per chi non lo sapesse, il cortisone ha come “effetto collaterale” diciamo cosi, il gonfiore.

Leggi tutto “Pace”

Fasi.

Salve gente, come va?

Io ho passato la fase di stanchezza mentale e ora sto bene.

Anche perché finalmente mi sono operato agli occhi!

Vi ricordate che ho dovuto rimandarlo la prima volta per il tumore?

Ecco, risolto la questione tumore, ho aspettato settembre proprio con l’intento di prenotare il laser agli occhi.

Il problema è che qualche settimana fa ho avuto la splendida notizia del ritorno del tumore di merda.

E quindi il laser stava per saltare.

Ma!

Siccome sono un rompicoglioni, ho fatto di tutto per farlo, ho perfino insistito sul fatto di rimandare le visite per il fatto del tumore.

Infatti i miei volevano farmi salire prima dell’intervento agli occhi.

E secondo voi io ho acconsentito?

Leggi tutto “Fasi.”

Stanchi

Vi siete mai sentiti stanchi?

E non parlo di una stanchezza fisica, quel tipo di stanchezza che viene dopo uno sforzo fisico.

Come può essere una sessione in palestra o una giornata lavorativa.

Ma parlo di una stanchezza mentale, una di quelle che provi quando affronti un periodo di stress, come puo essere un insieme di problemi, una sessione di esami universitari etc.

Ecco io l’ho provata due settimane fa, quando ho ricevuto la “bella notizia” dell’ennesima recidiva.

Non so se ve l’ho già detto ma quando ho ricevuto l’esito della risonanza, non l’ho nemmeno aperta, convinto che fosse stata pulita.

Solo dopo, quando sono salito a casa dopo aver spostato la macchina nel parco, ho realizzato vedendo mio padre attaccato al cellulare, che qualcosa non andava.

Leggi tutto “Stanchi”

Buone azioni

Sapete, l’altro giorno stavo guardando una serie tv chiamata “chicago med”, non so se l’avete mai sentita.

È una serie che “narra” le vicende dell’ospedale chicago medical center.

Che poi sarebbe uno spinoff della serie “chicago fire”(altra serie dello stesso produttore, Dick Wolf)

Comunque, in questo episodio, più precisamente il settimo della prima stagione, c’era questo paziente che era venuto per il “congelamento” dei piedi, visto che aveva donato le scarpe ai senzatetto.

Ecco, questo paziente, si è poi scoperto, tramite le analisi di un’altro dottore, il Dottor Charles(psichiatra) avere una lesione al lobo temporale.

Il lobo temporale è uno dei quattro lobi principali della corteccia cerebrale nel cervello.

E tra le funzioni abbiamo:

Elaborazione dell’affettività, vita di relazione, le reazioni e i comportamenti istintivi, il riconoscimento visivo e la memoria.

Quindi, il motivo per cui lui ha donato scarpe, la sua casa, le auto e i vestiti, ed è poi finito a vivere in un rifugio, era per questa lesione.

Leggi tutto “Buone azioni”

Riflessioni

Heilà ragazzi, come va?

Avete Passato delle buone vacanze? Spero di si.

Io per staccare un pò mi sono fatto due settimane in Grecia.

Che tra l’altro, vi dico la verità:

All’inizio non volevo andarci.

Volevo restare a napoli, anche perché l’idea iniziale era quella di farmi tutta l’estate in palestra(avendo saltato un anno intero) però poi mi sono reso conto che stava diventando monotona la cosa.

E la monotonia non è sempre positiva.

Poi comunque è stata una bella vacanza, anche perché ho provato la moto d’acqua e il quad, quindi mi sono divertito abbastanza.

Leggi tutto “Riflessioni”

Scappare

Sapete, l’altra volta ho guardato un episodio di chicago med, in cui c’era questo paziente di 15-16 anni(credo) che è entrato in ospedale perché ha iniziato ad avere episodi di paralisi al lato sinistro(guarda caso come me haha).

I medici non sapevano spiegarsi questa condizione visto che le tac e le risonanze erano uscite pulite.

Tutti stavano impazzendo, stavano anche rischiando di iniettare una medicina sbagliata.

Fin quando il dottor Charles ha trovato un ragazzo fuori all’ospedale che stava aspettando un suo amico.

Allora il dottore si avvicina e gli chiede:

“Hey, per caso il tuo amico si chiama(il nome non me lo ricordo)?

e lui:

“Si, mi ha detto che era bloccato in ospedale per questa paralisi ed era spaventato”

Allora il dottore risponde:

“Hey forse ho un idea, ti va di venire a trovare il tuo amico?”

Dopodichè i due entrano e il dottore lo porta nella sala dove il ragazzo stava facendo una risonanza.

Allora l’amico corre ad abbracciarlo e ad un certo punto il ragazzo incredibilmente ricambia l’abbraccio.

Leggi tutto “Scappare”