86.400

Come vi ho sempre detto, durante il corso della nostra vita, non sempre le cose vanno come vogliamo.

Ci sono periodi “Si”, in cui le cose scorrono nel verso giusto, scorrono “normali”, forse anche troppo.

Periodi in cui tutte le cose che svolgiamo diventano quasi monotone e noiose, quasi come a vivere in un loop infinito.

Come se stessimo ripetendo ogni volta lo stesso giorno.

E poi ci sono i famosi periodi “No”.

Periodi in cui abbiamo come l’impressione che tutto ciò che facciamo ci va male.

Leggi tutto “86.400”

Migliorarsi.

Sapete, nei miei precedenti articoli vi ho raccontato di come l’operazione di un anno fa e questa qui, siano state differenti dalle altre.

Bhe in realtà quella di aprile non è stata una vera e propria operazione ma vabe.

Ad ogni modo, vi ho raccontato di quanto sia stata difficile la penultima, ossia quella del 2020 rispetto a quella del 2015.

Infatti quella del 2015 fu una passeggiata, niente effetti post-operazione.

Se vogliamo essere puntigliosi, l’unico piccolo effetto collaterale fu un piccolo peggioramento della sensibilità al lato sinistro.

Risolto successivamente con un pò di fisioterapia.

Ma oltre a quello, nulla di più.

Cosa che non è accaduta con le altre operazioni.

E credo voi lo abbiate capito.

Basti pensare che quando mi operai un anno fa ci misi un mese per riprendermi completamente.

Leggi tutto “Migliorarsi.”

Giovane

Ragazzuoli come state?

Io mi sono ripreso completamente e sono ritornato il rompipalle di prima, anzi forse anche peggio.

Ho soltanto un pò di difficoltà a dormire e non so perché.

Infatti ogni volta mi sveglio alle 5 o alle 6 manco dovessi andare a pescare haha.

Ma vabe, meglio questo che quello schifo di cortisone.

Comunque sia, giovedì sono andato a fare la visita oculistica per il rinnovo della patente.

E secondo voi poteva andare tutto liscio?

Ovviamente no, che domande.

Ma vabe, ormai non c’è bisogno manco che lo dico.

Bhe in realtà la visita in sè è andata bene.

Alla fine era la stessa visita che feci quando andai a fare il controllo per sapere se potevo  fare l’intervento al laser.

Il punto è che non si sa se alla commissione medica basta solo quella o devo anche fare il campo visivo e altri test.

Speriamo bene.

Leggi tutto “Giovane”

Antifragile

Salve gente!

Come state?

Finalmente ho finito il cortisone e sono ritornato a prendere i miei soliti medicinali, ovvero depakin ed eutirox.

Perché, come vi accennai, venerdi avrei finito  il ciclo di cortisone.

Bhe in realtà c’era anche il gastroprotettore che era collegato al cortisone.

Ad ogni modo ho finito entrambi.

E direi meglio cosi.

Anche perché ho iniziato a stare meglio già da lunedì scorso, quando ho iniziato a scalarlo.

Che sensazione ragazzi!

Ritornare se stessi è incredibile, mi sento come se mi fossi “sbloccato”, come se quella parte di me che era andata via fosse tornata.

Non so se avete mai provato una cosa del genere.

Ad ogni modo venerdi ho anche ritirato la tac  che mi aveva richiesto lo specialista.

Un altro pensiero in meno quindi.

Anche se, come vi ho già detto, il chirurgo mi ha detto che è tutto apposto.

In più, i punti sono già caduti tutti, ora rimangono solo le cicatrici date dai tagli del laser.

Ma non è un problema anzi, vuol dire che ne ho di nuove da aggiungere alla collezione haha.

Meglio così.

Sinceramente mi aspettavo che ci avrebbero messo realmente un mese a cadere, come mi aveva detto il chirurgo.

Vabe in realtà sono stato io a “sfruculiarmi”(ossia “toccarmi” in napoletano)

Quindi sono io il deficiente ma vabe.

Hey Almeno ho evitato di grattare troppo forte!

Ad ogni modo, oggi vorrei parlarvi di una parola che non avevo mai sentito.
Antifragile.

Bhe in realtà Antifragile è un neologismo relativamente nuovo visto che risale al 2012, inventato da Nassim Taleb.

Ecco perché non l’avevo mai sentito, e sarebbe il contrario di fragile.

Ma andiamo con calma, cosa significa fragile?

Leggi tutto “Antifragile”

Contento.

Contento.

Salve gente!

Alla fine, martedì in ospedale mi è andata relativamente bene.

Non ho fatto nulla di che.

I punti della spillatrice non me li hanno tolti, perché da quello che ho capito hanno messo quelli che se ne cadono da soli, non so come si chiamano.

E quindi è stato più un controllo riguardante il lato psicologico.

Infatti il chirurgo mi ha chiesto come se mi sentissi, se avessi avuto perdite di forza localizzate o di memoria.

Io ovviamente ho risposto di no, solo un gran senso di stanchezza generale dato dal cortisone maledetto e lui mi ha tranquillizzato dicendo che è normale.
Certo, se avessi potuto sospenderlo subito sarebbe stato meglio ma vabe.

Tra l’altro, la cosa che mi ha fatto ridere è che ad un certo punto, il chirurgo se ne esce con:

“Essendo un intervento meno invasivo e relativamente semplice e mirato dal punto di vista della zona, a quanto vedo non ha avuto problemi, tralasciando il follow up post-operatorio”

E grazie al cavolo direi.

Ci mancava solo che avessi delle complicazioni!

È stato un intervento meno invasivo di un operazione vera e propria, quindi era ovvio che filasse tutto liscio.

Che poi vabe, come ho già raccontato in precedenza, non è che stata proprio una “passeggiata” come mi aspettavo.

E sicuramente lo avete notato dal mio essere abbastanza “rincoglionito” ultimamente.

Ok basta, la sto dicendo troppe volte sta cosa e sto diventando ripetitivo e monotono.

Passando a cose più importanti, giovedì ho fatto la visita neurologica per il rinnovo della patente.

E stranamente è stato più facile di quello che pensassi.

Bhe si, io già mi ero preparato mentalmente ad una mega rissa o sbraiti di ogni tipo viste le mie precedenti esperienze e invece no.

Leggi tutto “Contento.”

Pensieri strani

Ragazzuoli salve!

Oggi andrò a togliere i punti della spillatrice che ho in testa.

E li ci sarà da ridere o da piangere, bho.

Dipende dal tipo di mani che hanno.

Ma diciamo che non è questo quello che mi preoccupa/da fastidio.

Ciò che mi da fastidio è il fatto che psicologicamente sono abbastanza abbattuto, il cortisone mi sta praticamente distruggendo.

Non so nemmeno come sono riuscito a trovare la forza per allenarmi venerdì.

Comunque, questo articolo riguarderà dei pensieri “strani” che ho avuto in questo periodo.

Nulla di grave eh non vi preoccupate.

Ad ogni modo, partiamo.

Non vi nascondo che prima dell’operazione, anzi, dalla scoperta del “bastardo” che tra l’altro è pure mutato, cambiando anche nome, c’è stato un momento in cui ho riflettuto sul cosa sarebbe successo dopo, nel peggiore dei casi;

Leggi tutto “Pensieri strani”

Mi va bene.

Ragazzuoli salve, come state?

Io sono ancora un po intontito dalla quantità di farmaci che mi stanno dando.

Ma d’altronde non è la prima volta che capita anzi.

Fa parte della prassi.

Oramai ci sono abituato, anche se, in cuor mio questa volta speravo fosse un po più leggera rispetto alle altre operazioni che ho subito.

Anche perché ogni volta è come ricominciare tutto daccapo.

Operazione-periodo da stordito-ripresa.

Infatti pensavo che non essendo una “vera e propria” operazione chirurgica, il recupero sarebbe stato molto più veloce.

Si in effetti l’ho presa un po troppo alla leggera questa termoablazione.

Credevo fosse facile e invece no.

Partendo dal fatto che mi hanno rasato tutti i capelli e che quindi ho buttato 15 euro nel gabinetto.

Leggi tutto “Mi va bene.”

Imperfezioni

Ragazzuoli, ieri sono andato al Santobono di Napoli per la preospedalizzazione, perché come ben sapete il 15 mi devo “operare” anche se non è una vera e propria operazione a “cielo aperto”.

Comunque sia ho fatto un paio di analisi e poi ho parlato con l’anestesista che mi ha spiegato un paio di cose.

Anche se erano cose che già sapevo.

Sinceramente mi aspettavo facessero l’anestesia mirata, invece da quello che ho capito mi faranno quella generale.

Vabbe, alla fine non è che mi cambia qualcosa.

Comunque, quando sono tornato dall’ospedale, riflettevo sul fatto che senza queste mie imperfezioni, difetti, stranezze, come le vogliamo chiamare, a quest’ora sarei una persona come altre.

In che senso?

Bhe per prima cosa non avrei l’invalidità e quindi per “mantenermi” sarei finito a lavorare come cameriere, barista, oppure avrei dovuto chiedere ai miei un aiuto.

Due mestieri che non potrei mai fare visti i carichi da sopportare e non avendo sensibilità alla mano, avrei fatto sicuramente cadere più volte(imbranato come sono poi) haha.

Probabilmente non avrei nemmeno un auto di mia proprietà.

Anche se, non avendo deficit fisici al lato sinistro avrei potuto usare quella dei miei o di mia nonna.

Seconda cosa, non avrei cicatrici e quindi non avrei un aspetto “ammaccato” (mica male) e soprattutto sarei ALTO!

Leggi tutto “Imperfezioni”

Sperimentare

Sapete, l’altro giorno, mentre ero in doccia, ho pensato alla parola “sperimentare”.

Cosa significa sperimentare?

Sperimentare significa sottoporre qualcosa a esperimento, verificandone qualità e funzionalità.

in senso figurato: Mettere alla prova qualcuno, verificare qulcosa.

E ciò mi ha fatto ridere, perché questo verbo o questa parola (è sia un verbo che una parola, dipende dal modo in cui la si inserisce nella frase) nella mia vita ha significato molto, anzi, direi che è proprio azzeccata.

Perché, per chi non lo sapesse, in questi quasi 23 anni di carriera da paziente, operazioni chirurgiche apparte, ho provato qualsiasi tipo di terapia, “cura” o medicinale.

Leggi tutto “Sperimentare”

Rabbia negativa

In passato ho già parlato di rabbia.

Ho parlato del fatto che la rabbia è un emozione primordiale, che è determinata dall’istinto di difendersi per sopravvivere nell’ambiente in cui ci su trova.

Quindi, possiamo dire che la rabbia ha una funzione adattiva.

Capita a tutti quindi, di essere arrabbiati.

Chi per motivi seri e chi per motivi futili.

Ma Infondo è normale essere arrabbiati.

Perché la rabbia è un requisito indispensabile per cambiare, per non accettare questo logorio quotidiano, per arrivare al cielo, per OTTENERE il cielo.

Senza di essa, non raggiungeremo i nostri obbiettivi, i nostri scopi, senza la rabbia.

La rabbia ci da spinta verso ciò che vogliamo ottenere.

Ecco, questa è ciò che io chiamo “rabbia positiva”.

Perché ti spinge a raggiungere ciò che vuoi, come appunto una sorta di carburante.

Però c’è anche quella che io chiamo la “rabbia negativa”.

Ed è quella che ho sperimentato due settimane fa, per via di questa cavolo di situazione.

Leggi tutto “Rabbia negativa”