Pessimismo.

Salve gente!

Mercoledì scorso ho fatto la famosa risonanza.

Credo la più brutta mai fatta in tutti sti anni.

Perché?

Tanto per iniziare avevo la risonanza alle sette del mattino quindi di conseguenza mi sono alzato all’alba, anzi mi “hanno svegliato” all’alba.

Perché se fosse stato per me, col cazzo che mi sarei svegliato ha ha.

Però mi son detto:

“vabbè dai almeno subito faccio e appena torno me ne vado a dormire”.

Seh, ti piacerebbe!

Sono stato spostato prima in una camera e poi in un altra poi mi hanno fatto tornare di nuovo in quella di prima.

Io già ero nervoso per l’orario assurdo, poi mi hanno trattato come un pacco amazon.

Potete immaginare il nervosismo a mille.

Tant’è che ad un certo punto, mentre ero sotto il macchinario mi stavo per muovere dal nervoso.

Volevo prendere a legnate la dottoressa che mi stava facendo la risonanza.

No!

Antonio la violenza sulle donne no!

Ovviamente scherzo, solo sui maschi ha ha.

No dai la violenza in generale è sempre sbagliata.

Comunque, alla fine sono tornato a casa alle undici passate.

Pensate che non avevo nemmeno mangiato, quindi oltre ad essere stanco morto ero anche affamato.
Non so nemmeno io come mi sono trattenuto a “colazione”.

Comunque, Domenica ho anche fatto un altro tampone e sfortunatamente sono uscito positivo.

Continuo a pensare che sia colpa dei miei che mi hanno praticamente “secciato” (in napoletano significa portare sfortuna)

Comunque ora il prossimo lo farò giovedì o venerdì.

Quindi un altra settimana di palestra buttata nel cesso.

Bhe almeno dopo tutto ciò potrò dire due cose:

La prima di aver beccato la versione 2.0 del virus, cioè l’Omicron.

La seconda invece è di essere sopravvissuto e di conseguenza posso dire davvero di essere immortale.

Scherzi a parte, spero che al prossimo tampone risulto negativo perché mi sono scocciato di stare a casa.

Il precedente articolo, chiamato “2022” non è stato uno dei più felici.

Anzi, credo sia proprio quello più triste ha ha.

E basta così, il periodo del piangersi addosso, anzi direi più un periodo di pessimismo, è finito.

Come ho già detto più e più volte in passato, questi periodi di pessimismo capitano a tutti.

Un ottimista può diventare pessimista, anche temporaneamente.

Sta a noi decidere se esserlo per sempre o solo per un breve periodo.

Sta a noi se lasciarsi andare per sempre o rialzarsi.

E voi?

Scegliete il pessimismo per sempre?

Un abbraccio.

 

 

 

Please follow and like us:

Una risposta a “Pessimismo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.