Puntate

Heylà gente, credo che ormai la mia vita è diventata una serie a puntate.

Perché?

Bhe ogni giorno succede qualcosa haha.

Lunedì scorso ho incominciato il secondo ciclo di chemio, dopo diciotto giorni di pausa.

Troppo pochi a mio parere e inutili.

Nel senso che non sono serviti a “digerire” le dosi del primo ciclo e in più non ho recuperato mentalmente.

Mi sento ancora abbattuto e con zero voglia di fare le cose.

Ma la cosa che fa ridere è che allo stesso tempo mi incazzo perché non sono mai stato così.

Sono sempre stato attivo, sempre in movimento.

Io vorrei fare le cose ma l’abbattimento mentale è più forte di me.

Pensate che venerdì scorso non avevo manco voglia di andare in palestra.

E io la palestra non la salto mai, manco con la febbre a 40.

Bhe ora non potrei farlo perché misurano la temperatura all’entrata per via del covid.

Quindi non mi farebbero entrare haha.

Però è per farvi capire la situazione.

Come se non bastasse, una di queste notti mi è venuto da vomitare, menomale che avevo preso lo Zofran che ha fatto passare lo stimolo.

Mi sa che quando il medico mi ha elencato tutti i possibili effetti collaterali della terapia mi sono focalizzato solo sull’impatto che avrebbe avuto sulla palestra.

Infatti gli chiesi:

“Andrà ad intaccare i miei allenamenti? o la forza?”

E lui rispose di no, io subito tirai un sospiro di sollievo.

Mi sono dimenticato di tutti gli altri effetti collaterali però mannaggia.

Che poi ho comunque dovuto modificare i miei allenamenti, quindi mi ha mentito haha.

Ovviamente Io la prendo a ridere perché altrimenti è la fine.

E se ve lo state chiedendo, non c’è l’ho davvero con il medico, visto che è il suo lavoro salvare le vite e di conseguenza la mia.

È solo per fare scena dai.

Scherzi a parte, calcolando che dopo ogni fine ciclo, ho diciotto giorni di pausa prima di attaccare con l’altro, e tenendo conto che siamo già al ventitré novembre, mi sa che qua finirò dopo natale.

Ma nemmeno perché sono quattro cinque cicli, quindi mi sa che se ne parla a gennaio direttamente.

Che bello (ovviamente sono ironico).

Sembra di essere tornato indietro nel tempo.

Più precisamente nelle puntate degli anni novantotto-duemila haha, gli anni critici insomma.

Mi pare a dicembre del novantanove che il natale lo passai in ospedale a fare le chemio.

Bhe stavolta non sono in ospedale ma a casa ma dettagli.

Ad ogni modo, il consiglio che posso darvi è direi di pensare alla vostra vita come una serie tv a puntate.

Cercate di imparare il più possibile da ogni episodio.

Ma cosa più importante, non arrendetevi mai.

Un abbraccio.

 

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.