Presente.

Sapete, l’altro giorno stavo guardando un episodio di chicago med, più precisamente il terzo episodio della settima stagione.

Ecco, In questo episodio c’era un bambino colpito ed una donna con una sciarpa attorno al collo.

Questa donna inizialmente non voleva venire in ospedale (come tutti noi tra l’altro).

Ma è stata costretta dalla sua migliore amica che era preoccupata per la sua salute.

Ad ogni modo, questa donna aveva questa sciarpa attorno al collo che poi si è scoperto copriva un ingrossamento al collo.

I dottori, avevano già intuito come stessero le cose ma ovviamente per il quadro completo hanno fatto delle analisi.

Dopo aver fatto le analisi scoprono che si tratta di un tumore benigno.

Sfortunatamente però, devono intervenire con un operazione chirurgica.

Il problema è che la donna non vuole operarsi e preferisce proseguire con i farmaci.

Cosa sconsigliata dai medici in quanto il tumore era troppo esteso.

Ma la donna voleva a tutti costi proseguire con i farmaci, nonostante il consiglio dei medici.

Così viene interpellato uno psichiatra per un consulto.

Scoprono poi che la donna ha paura del futuro.

Semplicemente si dissociava da ciò che poteva essere la futura se stessa.

Non ci pensava per paura di rimanere delusa.

Per questo ha pensato sempre al presente.

Attraverso un’applicazione, le mostrano una foto di lei invecchiata, in modo da convincerla ad operarsi.

Dopo che il chirurgo le ha detto di “concedersi la possibilità di pensare al suo futuro” la donna accetta.

In parte approvo il ragionamento e in parte no.

Nel senso che, io ho sempre detto che fare piani per il futuro o comunque focalizzarsi solo su di esso sia sempre stato controproducente.

In primis per via delle delusioni che sono sempre dietro l’angolo.

E rischiamo di perderci il presente.

Inoltre, un altro motivo potrebbe essere il fatto che sono un malato oncologico, ovvio che non posso fare piani per il futuro haha.

Se sono arrivato fin qui è perché sono stato fortunato.

Bhe in realtà non lo so come sono arrivato a vivere ventitré anni.

Ma comunque!

Quindi per questo credo che il ragionamento della donna sia giusto.

Ragazzi, bisogna pensare al presente e vivere alla giornata.

E cercate di non posticipare le cose da fare.

Perché sappiamo benissimo che la vita è imprevedibile.

Un giorno ci sei e l’altro potresti non esserci.

Quindi godetevi il presente e non pensate ad altro.

Un abbraccio.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.