Pace

Come ben ricorderete(o almeno credo), mercoledì scorso sono salito a Genova per parlare con la dottoressa riguardo la questione “rottura di coglioni del tumore”.

Lo so è un po lungo ma non mi venivano altri modi per definire la situazione.

Comunque credo di essere stato più rompiscatole del solito.

Perché?

Bhe perché sto seguendo una terapia post operatoria per gli occhi attraverso delle lacrime artificiali e il mio nemico più grande: “il cortisone”.

Ho il terrore quando lo sento.

Perché, per chi non lo sapesse, il cortisone ha come “effetto collaterale” diciamo cosi, il gonfiore.

Quindi in mente mia già era partita questa immagine dell’aumento di peso o l’ingrossamento degli occhi.(sono un deficiente lo so)

E quindi ho rotto le scatole a mio fratello e a mia madre per chi doveva mettermi le gocce e a che ora metterle.

Quando poi ho sentito mio padre dire che dovevo fare delle analisi del sangue e nient’altro ho detto:

“Ci siam fatti 800 km ad andare e 800 a tornare solo per delle analisi?”

Fortunatamente non è stato così, perché ho fatto anche un ecografia alla tiroide.

Non so a cosa sia servita visto che il tumore è al cervello e non alla gola però vabe.

Alla fine la famosa terapia sperimentale in realtà era un mix di farmaci.

Da prendere per un tot di cicli e sperare che la massa tumorale si riduca fino a scomparire.

Sinceramente speravo in qualcosa di più particolare, tipo quella che feci ad aprile, la termoablazione ma vabe.

Mi auguro soltanto che sta cosa questa volta serva a qualcosa.

Anche se come ho sempre ribadito, ormai non mi fa ne caldo e ne freddo.

La cosa che mi da fastidio è che per colpa di questo mix di farmaci che dovrò prendere dovrò cambiare il mio programma in palestra visto che, siccome è una chemio, porterà nausea, vomito e stanchezza(spero di no).

La perdita di capelli no però.

Vabe tanto avevo intenzione di tagliarli lo stesso haha.

Avrò mai un pò di pace?

Chi lo sa.

Io comunque credo di no.

Ma pensandoci bene, la parola pace nella mia vita non è mai esistita.

Ma va bene cosi.

Ormai sono abituato a vivere nel caos, anche se a volte sembra ingestibile, quasi soffocante.

A volte penso che se avessi fatto un incidente con l’auto sarebbe stato meglio.

Insomma, avrei fatto il periodo di convalescenza in ospedale e poi stop, sarebbe finita lì.

Niente recidive o cure inefficaci.

Ma vabe, mi accontento, si vede che la pace non la posso avere haha.

D’altronde l’avevo detto già in passato.

Non sarò mai tranquillo completamente, ci saranno sempre questi ritorni di “fiamma”.

Fa tutto parte del gioco.

Quindi, il mio consiglio per voi è:

Godetevi questi momenti di pace e tranquillità che state passando.

Perché la vita è imprevedibile e tutto può cambiare da un momento all’altro.

Non esiste la tranquillità totale nella vita, e credo che lo abbiate capito tramite me haha.

Perciò godetevi ogni momento di pace.

Un abbraccio.

 

 

Please follow and like us:

2 risposte a “Pace”

  1. Condivido amico mio…
    Godiamo del giorno e dei momenti belli.
    Apprezziamo di più ogni singolo istante❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.