Stanchi

Vi siete mai sentiti stanchi?

E non parlo di una stanchezza fisica, quel tipo di stanchezza che viene dopo uno sforzo fisico.

Come può essere una sessione in palestra o una giornata lavorativa.

Ma parlo di una stanchezza mentale, una di quelle che provi quando affronti un periodo di stress, come puo essere un insieme di problemi, una sessione di esami universitari etc.

Ecco io l’ho provata due settimane fa, quando ho ricevuto la “bella notizia” dell’ennesima recidiva.

Non so se ve l’ho già detto ma quando ho ricevuto l’esito della risonanza, non l’ho nemmeno aperta, convinto che fosse stata pulita.

Solo dopo, quando sono salito a casa dopo aver spostato la macchina nel parco, ho realizzato vedendo mio padre attaccato al cellulare, che qualcosa non andava.

Per i giorni successivi, non sapevo cosa pensare, mi ci sono voluti giorni per realizzare cosa stava succedendo, come se fossi convinto di essere in un sogno.

E invece no, era tutto vero.

Mi sono sentito stanco.

Stanco di lottare, di combattere.

Nonostante molti mi ripetevano:

“Hai 23 anni, sei così giovane, tu devi combattere”

Lo so, ma mettetevi nei miei panni, sono ventitre anni che combatto, dopo un po dubito che anche il più forte possa restare impassibile a una notizia del genere.

Volevo mollare tutto, ero arrivato ad un punto in cui ho detto ai miei:

“Radioterapia, chemioterapia, ionioterapia, termoablazione, una delle tante terapie che ho fatto. Che mi curo a fare se tanto fra un paio di mesi o anni stiamo di nuovo punto e a capo? È tutto inutile”

E ancora oggi, a distanza di due settimane, mi vengono sti pensieri.

Poi però rifletto e torno come prima.

Mi dico:

“Aspetta ma io ho fatto un casino per fare sto intervento al laser, perché buttare tutto all’aria ora che ci sono quasi?”

Eh si perché venerdì ho il laser agli occhi.

Finalmente direi haha.

Ma nonostante io sia stanco, continuo a combattere, un po come disse Pietro Savastano in Gomorra.

“Song stanc patrì…ma nun me pozz fermà”

ovvero:

“Sono stanco patrizia, ma non posso fermarmi”

È come se qualcosa mi bloccasse dal mollare tutto.

Ma alla fine, come ho già detto in passato, è normale avere periodi in cui vogliamo mollare perché ci sentiamo stanchi.

Siamo umani.

Non macchine.

L’importante è pensarci due volte prima di mollare.

Pensiamo ai nostri obiettivi e a dove siamo arrivati.

Anche se per me non bisogna mai mollare, stanchi o meno.

Un abbraccio.

Please follow and like us:

2 risposte a “Stanchi”

  1. Mollare sarebbe la cosa più semplice e non è da te. Conosco la tua tenacia la tua voglia di vivere.
    Sei un esempio di vita
    Tutto accade per un motivo, nulla accade per caso
    💪

  2. Il nostro king Lion dov’è??? Si è smarrito ed è comprensibile ma tu hai lottato tanto…..coraggio💪💪💚💚❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.