Abitudine

Salve gente!

Come state? spero bene.

La settimana scorsa, precisamente giovedì 10 Giugno, sono andato a napoli a ritirare la risonanza di cui vi ho parlato nel precedente articolo.

E stesso quel giorno l’ho inviata alla mia dottoressa, lì a Genova.

Dato che il chirurgo che mi ha operato ad aprile ha detto che ora è lei che deve tenere tutto sotto controllo.

Bhe in realtà l’ho inviata anche a lui giusto per sicurezza.

E il giorno dopo mi ha risposto, dicendo che era perfetta.

Perfetta nel senso che non c’era nulla di anomalo ovviamente.

Bhe ci mancherebbe pure direi.

Dopo che mi son fatto quattro giorni in ospedale, le due settimane successive bombardato di medicine ma soprattutto ho buttato 15 euro dal barbiere nel cesso!

Nonostante siano passati due mesi dall’operazione, mi brucia ancora.

Che ci volete fare.

Tra l’altro, ancora non ce li ho come prima mannaggia!

Quindi ci mancherebbe pure che la risonanza usciva con qualche anomalia.

Penso che mi sarei incazzato e non poco haha.

Anche se, a dir la verità, non so se mi sarebbe cambiato qualcosa emotivamente.
Alla fine, non mi sarei meravigliato.

Perché?

Bhe semplice, se guardiamo un attimo la cronologia delle recidive, notiamo che la prima è “arrivata” nel 2015, la seconda nel 2020 e la terza quest’anno.

Quindi, se ci riflettiamo un attimo, la terza sarebbe dovuta arrivare fra cinque anni, nel 2025, come la seconda.

E invece no.

Ora, non so se il fatto che il tumore sia tornato quest’anno significa che sta diventando più forte e io appresso a lui o invece significa che il mio ragionamento non  significava una mazza.

Sta di fatto che mi sarei aspettato di tutto da questa risonanza.

Alla fine ci ho fatto l’abitudine.

Sono ventitre anni che faccio questo, un po di esperienza ce l’ho haha.

Forse anche troppa.

Il punto è proprio questo:

A certe cose ci fai l’abitudine e basta.

Non esiste un alternativa.

Non hai la facoltà di scegliere.

Semplicemente ti abitui a certi casini.

E alla fine non è negativa come cosa anzi, significa che la vita deve impegnarsi di più per abbattervi.

Ragazzi, ricordate:

Non è la vita che diventa più semplice ma siete voi che diventate, col tempo, sempre più forti.

Un abbraccio.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.