Perchè fingere?

Fingere.

Nonostante io lo abbia fatto per molti anni, non mi è mai piaciuto questo comportamento, anche se sono stato costretto ad agire in questo modo.

Un pò per vergogna, un pò perchè mi dava fastidio essere aiutato e perchè avevo paura che alla gente non importasse o che non mi capisse.

Quindi mi son detto:

“fingiamo di star bene così nessuno sospetterà di nulla”

Con il passare degli anni, crescendo, mi sono fatto questa domanda:

Ha senso continuare a fingere? voglio davvero continuare così in eterno?”

E riflettendoci, ho capito che fingere di star bene…un senso non c’è l’ha.

Non è giusto un comportamento del genere da parte di una persona come me che ama aiutare le persone ma odia essere aiutato.

Inoltre, ho realizzato che fingendo, facevo male a me stesso e allontanavo chi mi stava intorno.

Oggi invece ho imparato ad essere sincero, dico le cose come stanno e non ho paura di chiedere aiuto.

Lo ammetto, di solito sono io quello che offre consigli o aiuta le persone, a volte però, capita anche a me di trovarmi in difficoltà e non sapere come uscire da una determinata situazione, di conseguenza sono costretto a chiedere aiuto.

Ma non me ne vergogno perchè non è peccato chiedere aiuto. Sappiatelo.

Scacciate via questo pensiero.

D’altronde mica siamo supereroi in grado di risolvere ogni tipo di problema da soli, non abbiamo bacchette magiche, siamo comuni mortali.

E a volte, i comuni mortali hanno bisogno di farsi forza l’uno con l’altro se vogliono riuscire a risolvere un problema più grande di loro, tra l’altro questo è un altro motivo che mi spinge ad aiutare le persone.

“il silenzio è l’urlo di chi cerca aiuto”

Ed è qui che dobbiamo stare attenti, teniamo d’occhio le persone silenziose perchè, a volte, nascondono una miriade di problemi dentro di loro ma ovviamente non ne parlano oppure, come vi ho raccontato nelle righe precedenti, usano un semplice “sto bene” .

Io sono stato sia l’uno che l’altro e vi assicuro che nessuno riusciva a notare tutto il mio malessere, la sofferenza, il dolore che mi portavo dentro.

Sono stato così bravo che perfino i miei genitori non sono riusciti a capire cosa avevo o semplicemente credevano che stavo bene.

Da quanto avete intuito, le persone silenziose sono le più difficili da capire.

Ma con un pò di pazienza ed impegno riuscirete a capirle, la chiave è ascoltare e decifrare il loro silenzio.

A quel punto avrete capito tutto.

Ovviamente io invito tutti a parlare, ad essere sinceri e a non fingere.

Non abbiate paura di chiedere aiuto.

Imparate a star bene con voi stessi.

Siate felici. Spensierati.

Rendete veri vostri sorrisi, mostrateli al mondo intero.

Contagiate le persone con la vostra felicità.

Come io contagio voi…voi contagiate gli altri, come un effetto a catena.

Senza mai arrendervi ovviamente.

Perchè essere felici è bellissimo.

Un abbraccio.

Please follow and like us:

Una risposta a “Perchè fingere?”

  1. Io non credo che nessuno si fosse accorto della tua sofferenza, o che in generale la finzione funzioni con tutti.. con qualcuno sicuramente, ma con tutti no.. Certe volte, si aspetta soltanto che l’altro sia pronto a parlare. Le persone hanno bisogno di tempo, e non possono essere costrette ad esporsi se non sono pronte.. un po’ come è successo a te <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.